Home > recensione album > La Dispute – Wildlife

La Dispute – Wildlife

Autore: La Dispute

Titolo: Wildlife

Genere: post-hardcore, screamo, indie

2011

Tout court: potentissimi!

 

be’, se già da un po’ era risaputo che i cantanti (i cantastorie, i menestrelli, i cantautori, i cantattori) sono i nuovi poeti, ora possiamo addirittura spingerci più in là e sparare che i La Dispute sono i nuovi cantori americani, o- perlomeno- i cantori del Midwest. c’è quel maramaldo di Jordan Dreyer che non si sta zitto un momento: ha sempre qualche pezzo di storia, qualche sogno infranto, speranza, ricordo, suggestione sputata fuori dalla bocca (si parla, oramai, di spoken word per tipacci come lui) ed è praticamente sulla sua voce (e le sue strofe) che le canzoni trovano senso. se già con quella bomba a mano pazzesca di Somewhere at the bottom of the river between Vega and Altair (fiù, dirlo tutto d’un fiato è un’impresa) si erano piazzati tranquillamente sull’alloro dei gruppi da mettere sul piedistallo, ora ho trovato la definitiva conferma. ad ascoltare tutte quelle parole (io che sono fico e c’ho l’orecchio per lo slang POSSO) e sentire l’eruzione sonora, si ha l’impressione di vedere l’Antologia di Spoon River– che se non sapete cos’è buttatevi al fiume subito (non scherzo: sono serissimo. forza)- prendere vita.

cercatelo via mediafire!

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: