Home > recensione album > Death From Above 1979 – You’re a Woman, I’m a Machine

Death From Above 1979 – You’re a Woman, I’m a Machine

Autore: Death From Above 1979
Titolo: You’re a Woman, I’m a Machine
Genere: indie, electro-rock, noise-punk, dance-punk
2004
Tout court: rumore e distorsione, è già cult!

fosse per me lo metterei in quel monticello ristrettissimo e elitario di dischi che fottono violentemente l’udito e, di conseguenza, (nel loro piccolo) la scena musicale. ma- si sa- un recensore non fa primavera, quindi bisogna dire che una buona metà di chi ha ascoltato il qui presente l’ha odiato, credendolo una merdata fumante. io, par contre, lo adoro. mi manda proprio ai matti, mi fa smarmellare (cit.) e pogare, anche da solo, anche in camera. e dire che l’ho scoperto per caso, con la mia compagna di classe indie che se ne usciva con ‘sti nomi di gruppi del cazzo, lunghi una quaresima, tutti anglo-canadesi (o giù di lì) e tutti “troppo fichi”. io, che se non suonava pesantemente punk neanche li degnavo d’uno sguardo, li ho ascoltati svogliato. ora sono diventati un mio must, una roba che se fossi induista accenderei un cero allo Shiva del dance-punk per farli rimettere assieme a suonare (ehggià, si sono sciolti). in una frase, la loro musica potrebbe essere definita come un metallurgo sotto acido che suona il basso con un martello. e vi volete perdere una roba così?

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: