Home > recensione album > Il Teatro degli Orrori – Il Mondo Nuovo

Il Teatro degli Orrori – Il Mondo Nuovo

Autore: Il Teatro degli Orrori

Titolo: Il Mondo Nuovo

Genere: cantautorato, alt-rock

2012

Tout court: what the fuck?!

 

ma che cazzo ha combinato il Teatro su quest’album?
mi sa tanto che hanno deciso di aprirsi alla tanto temuta svolta commerciale- sia nei suoni che nei testi- che aleggiava nell’aria dopo il madornale successo di A Sangue Freddo. ed è uscita una cacata rara. sia ben chiaro (oltre il fatto che si tratta di gusti personali), che finora i lavori della band mi avevano visto in prima fila ad applaudire fragorosamente spellandomi le mani, ma in questa cosa enorme qui non mi riesce proprio di trovare manco un motivo per salvarla. innanzitutto, il tema: l’immigrazione. okay. ci sto. è una roba scottante ed è dura, e apprezzo che se ne parli. ma un concept album sull’immigrazione, oltre a puzzarmi di fuffa da sinistroidi, è una tematica che ci coinvolge tutti, sia intellettualmente che emotivamente, e funziona ruffianamente come catch-all issue. bocciato. secondo poi, i testi. ma dov’è il Capovilla corrosivo dei primi due album: qui è andato a briglia sciolta, senza curarsi di nulla e nessuno e mi dispiace dirlo perché l’ho sempre apprezzato ma siamo agli antipodi dai suoi consueti livelli. poi la parte più dolente, ovvero la musica: ma che è? dov’è andata la rabbia e lo stile iconoclasta che me l’aveva fatti piacere quando non se li filava nessuno (cioé durante i primi due mesi di vita, perché già dopo l’esordio le ragazzine gli lanciavano i perizomi ai concerti)?
non dico che è un brutto album in sé (anzi, quasi sicuramente 3\4 dei lettori non-musicnerds lo troverà buono se non ottimo), ma per il vostro amatissimo sottoscritto si tratta di una delusione enorme. peccato.

il primo vidio che m’è capitato a tiro:

Annunci
  1. SongsAboutFucking
    24 marzo 2012 alle 01:12

    Pensa un pò, a me già A Sangue Freddo sfascio i coglioni e non poco! Questo l’ho trovato imbarazzante. Peccato. Dell Impero Delle Tenebre era un piccolo capolavoro, se co dimentichiamo che Jesus Lizard, Shellac, ecc ecc facevano quella roba nel 1994. Comunque, ho sempre preferito gli One Dimensional Man, anche se il loro ultimo lavoro mi ha abbastanza lasciato deluso anch esso. Mi pare un disco del Teatro cantato in inglese. Mah.

    • 25 marzo 2012 alle 12:52

      sì, vabbé è vero che ci son stati tutti i grandi nomi prima, però non era affatto male A Sangue Freddo. questo invece è una frantumazione di coglioni. con gli ODM ho problema io: tutti che me li consigliano, che mi dicono quanto sono ganzi, ma a me continuano a non dire niente, mah…

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: